Come curare le bromeliacee: vedere le cure e gli accorgimenti da prendere in considerazione

 Come curare le bromeliacee: vedere le cure e gli accorgimenti da prendere in considerazione

William Nelson

Coltivare fiori e piante in casa è un ottimo modo per ravvivare l'ambiente circostante e dare alla mente un'attività di distrazione per rilassarsi. Sapevate anche che il contatto con le piante e la terra è consigliato per alleviare lo stress?

La cosa positiva è che non è necessario un corso di giardinaggio per prendersi cura di alcune piante. Se non avete ancora deciso quali volete avere in giardino - o in casa - potete puntare sulle bromeliacee: sono molto belle e non sono così difficili da curare rispetto ai fiori e alle altre piante.

Scoprite cosa dovete fare per prendervi cura delle bromelie e capire perché vale la pena coltivarle!

Guarda anche: Come congelare il cavolo riccio: 5 modi diversi per saperlo

Perché averli?

Le bromelie sono belle, facili da curare e si adattano facilmente a qualsiasi ambiente. Potete coltivarle in casa o in un appartamento e anche in uno spazio ridotto riuscirete a farle crescere tranquillamente.

Esiste anche una grande varietà di bromelie, potete averne più di una nel vostro giardino o spazio floreale. Un altro grande vantaggio di questa pianta è che non attira la zanzara dengue, uno dei grandi cattivi di chi ha vasi in casa.

Come curare le bromelie: in vaso o aeree

Chi vuole avere le bromelie nel proprio appartamento probabilmente opterà per un vaso in cui piantarle. Lo stesso vale per chi non vuole lasciare la pianta in giardino. Poiché le radici si espandono e le bromelie hanno bisogno di molta acqua, l'ideale è puntare su vasi più pesanti, come quelli in argilla.

Anche il vaso non deve essere troppo grande, per evitare un eccesso di umidità nelle radici, che potrebbe far ammalare la pianta. Sia che si pianti in vaso sia che si pianti direttamente dal terreno, bisogna fare attenzione che la base delle foglie non venga a contatto diretto con il terreno.

Le bromelie aeree sono vendute insieme a un pezzo di legno, non devono essere piantate nel terreno e sopravvivono attaccate ad altre piante (stile orchidea). In questo caso l'ideale è avere qualche pianta che vada d'accordo con la bromeliacea, in modo da poterle lasciare insieme.

Come curare le bromelie: luce e temperatura

La luce a cui le bromeliacee devono essere esposte dipende molto dalla varietà di pianta che si sceglie di avere in casa. Alcune, di solito quelle con foglie più grigiastre, spinose, rossastre e argentate, amano molto il sole e possono essere esposte più a lungo.

Quelle con foglie morbide e verdi o più scure amano stare all'ombra e apprezzano una minore quantità di luce durante il giorno. Devono ricevere il sole, ma non sempre, bensì parte della giornata e preferibilmente con momenti di sole più leggero.

Per quanto riguarda la temperatura, le bromelie sono piante tropicali che amano le temperature più elevate, quindi se vivete in regioni più fredde, scegliete di tenerle in casa e in spazi più caldi.

Guarda anche: Detergente per vetri fatto in casa: 7 ricette facili da realizzare in casa

Come curare le bromelie: annaffiatura

Essendo piante tropicali, le bromelie amano i terreni più umidi, ma questo non significa che si debba bagnare il vaso in cui si trova la pianta. Si deve innaffiare l'area intorno alla base delle piante e mai direttamente alla base. L'ideale è addirittura aggiungere acqua direttamente alla vasca o alla rosetta.

Nelle regioni più umide, l'irrigazione può avvenire una o due volte alla settimana, mentre nei climi più secchi e durante l'estate tre o quattro volte alla settimana.

Nelle giornate molto calde (temperature superiori a 30ºC) e con un'umidità inferiore, si può usare un flacone spray per spruzzare un po' d'acqua direttamente sulle foglie, sempre senza esagerare. L'idea è di mantenere l'umidità della pianta.

Come curare le bromelie: il terreno

Queste piante possono essere un po' più esigenti in termini di terriccio, ma niente di troppo impegnativo. Gradiscono un elevato contenuto di sostanze nutritive organiche e un pH più vicino alla neutralità. È necessario concimare il terreno prima di piantare la bromeliacea. Se si intende metterla in vaso, è meglio acquistare un substrato di terriccio e non utilizzare quello che si ha in giardino.

Preparate una miscela di terriccio, sabbia, fibra di cocco in polvere e humus di vermi. La maggior parte delle bromeliacee vive bene in miscele di terriccio, sabbia e fibra di cocco. La cosa più importante è che il substrato possa trattenere l'acqua, per aiutare a mantenere l'umidità che queste piante amano tanto.

Se avete optato per le bromelie aeree, preparate bene il terreno della pianta principale, poiché la vostra bromeliacea si nutrirà da esso. Potete seguire lo stesso consiglio, ma prima controllate il pH e il substrato ideale della pianta a cui la bromeliacea è attaccata.

Potatura e fioritura

Se la vostra preoccupazione era la potatura, sappiate che le bromeliacee non ne hanno bisogno: l'unica cosa indicata è la rimozione delle foglie secche o danneggiate, per dare più vivacità alla pianta e permetterle di continuare a svilupparsi.

Anche le piante più vecchie che producono ancora piantine possono essere potate per dare loro più luce. Non preoccupatevi della potatura, le bromelie non ricostruiranno le foglie tagliate, quindi fate attenzione alla potatura "estetica", solo per dare alla pianta l'aspetto che desiderate.

Per quanto riguarda la fioritura, è interessante sapere che le bromeliacee fioriscono solo una volta nella loro vita e quando lo fanno è per generare nuovi germogli e significa che moriranno successivamente. Il germoglio è laterale e sostituisce la pianta che morirà presto. Le bromeliacee fioriscono solo quando raggiungono la maturità e questo varia a seconda del loro tipo.

Alcune possono fiorire in pochi mesi, mentre altre possono impiegare anni. In situazioni in cui la pianta si sente minacciata - è esposta a un ambiente molto secco, ad esempio - può finire per sviluppare i fiori prima del tempo. È solo una forma di conservazione.

Come prendersi cura delle bromeliacee: cure

Per garantire che le bromelie crescano sane, è necessario adottare alcune cure, come ad esempio:

1. evitare pesticidi e fungicidi

Le piante sono abbastanza resistenti alle malattie e ai parassiti, quindi è meglio non usare prodotti come pesticidi e fungicidi. I parassiti più comuni che attaccano questo tipo di pianta sono le lumache e i bruchi, che possono essere facilmente rimossi a mano o con una piccola pala. Usate guanti da giardinaggio per rimuovere i bruchi.

Se la bromeliacea è attaccata da funghi, preparate una miscela casalinga di sapone di cocco sciolto in acqua e passate una spugna sulle foglie per rimuoverli.

2. osservare la temperatura e l'umidità dell'aria

Sapete già che le bromelie sono piante tropicali, il che significa che amano gli ambienti caldi, ma non secchi. Sia che la pianta si trovi all'interno o all'esterno, è necessario tenere d'occhio la temperatura e l'umidità. E se scegliete di piantarla in giardino, dovete tenere conto di questi elementi prima della messa a dimora.

Se necessario, innaffiate ancora e spruzzate un po' d'acqua sulle foglie, ma ricordate di farlo sempre dopo il tramonto o al mattino presto. Non vorrete mica bruciare le foglie della vostra bromeliacea?

3. fare attenzione che la pianta non cada.

Sebbene possano essere piantate in tutti i tipi di vaso, il grande problema dei vasi di plastica è che, man mano che la pianta cresce (e diventa più pesante), c'è il rischio che il vaso cada a terra.

Se avete scelto questo tipo di vaso per la sua migliore capacità di trattenere l'umidità, lasciate la pianta in un luogo in cui non possa cadere o ribaltarsi. È persino opportuno circondare la bromeliacea con altri vasi per evitare incidenti.

4. porre sotto il vaso un piattino con il bordo alto

Le bromeliacee amano l'umidità, quindi hanno bisogno di un po' d'acqua nel loro sottovaso, ma non preoccupatevi delle zanzare dengue, basta usare un sottovaso con un bordo alto o una vasca e un terriccio con molta materia organica.

Ricordate che le radici amano l'umidità, ma possono marcire se sono sempre impregnate d'acqua.

5. non è necessario cambiare l'acqua

Quando le bromeliacee dispongono di un serbatoio o di una cisterna, non è necessario cambiare l'acqua: bisogna aggiungerne solo quando ci si rende conto che è necessario annaffiare di nuovo la pianta.

6. apportare le modifiche in modo graduale

Se dovete spostare la vostra bromeliacea, soprattutto in uno spazio meno o più soleggiato, è meglio farlo con calma, anche se avete notato che la pianta ha effettivamente bisogno di più luce.

A volte può capitare di non rendersi conto che la propria bromeliacea è amante del sole o che preferisce meno luce, e di collocarla nel posto sbagliato. Ma non bisogna fare troppo rumore durante i traslochi: le bromeliacee si adattano gradualmente.

Se il problema è la luce, iniziate a mettere la pianta al sole un po' più a lungo, ma non passate immediatamente da 2 ore di sole a un giorno intero.

Vedete che la cura delle bromelie non è un compito difficile?

William Nelson

Jeremy Cruz è un designer d'interni esperto e la mente creativa dietro il blog molto popolare, Un blog su decorazioni e suggerimenti. Con il suo occhio acuto per l'estetica e l'attenzione ai dettagli, Jeremy è diventato un'autorità di riferimento nel mondo dell'interior design. Nato e cresciuto in una piccola città, Jeremy ha sviluppato una passione per la trasformazione degli spazi e la creazione di splendidi ambienti fin dalla giovane età. Ha perseguito la sua passione completando una laurea in Interior Design presso una prestigiosa università.Il blog di Jeremy, un blog su decorazione e suggerimenti, gli serve come piattaforma per mostrare la sua esperienza e condividere le sue conoscenze con un vasto pubblico. I suoi articoli sono una combinazione di suggerimenti perspicaci, guide passo-passo e fotografie stimolanti, volti ad aiutare i lettori a creare i loro spazi da sogno. Da piccole modifiche al design a completi rifacimenti della stanza, Jeremy fornisce consigli facili da seguire che si rivolgono a vari budget ed estetica.L'approccio unico di Jeremy al design risiede nella sua capacità di fondere stili diversi senza soluzione di continuità, creando spazi armoniosi e personalizzati. Il suo amore per i viaggi e l'esplorazione lo ha portato a trarre ispirazione da varie culture, incorporando elementi di design globale nei suoi progetti. Utilizzando la sua vasta conoscenza di tavolozze di colori, materiali e trame, Jeremy ha trasformato innumerevoli proprietà in splendidi spazi abitativi.Non solo Jeremy metteil suo cuore e la sua anima nei suoi progetti di design, ma apprezza anche la sostenibilità e le pratiche eco-compatibili. Sostiene il consumo responsabile e promuove l'uso di materiali e tecniche rispettosi dell'ambiente nei suoi post sul blog. Il suo impegno per il pianeta e il suo benessere funge da principio guida nella sua filosofia di design.Oltre a gestire il suo blog, Jeremy ha lavorato a numerosi progetti di design residenziale e commerciale, ottenendo riconoscimenti per la sua creatività e professionalità. È apparso anche nelle principali riviste di interior design e ha collaborato con importanti marchi del settore.Con la sua personalità affascinante e la sua dedizione a rendere il mondo un posto più bello, Jeremy Cruz continua a ispirare e trasformare gli spazi, un consiglio di design alla volta. Segui il suo blog, un blog di decorazione e suggerimenti, per una dose quotidiana di ispirazione e consigli di esperti su tutto ciò che riguarda l'interior design.