Muffa nell'armadio: come rimuoverla e consigli per la pulizia

 Muffa nell'armadio: come rimuoverla e consigli per la pulizia

William Nelson

Nessuno merita di scoprire un capo ammuffito nel proprio guardaroba: oltre al cattivo odore, la muffa può finire per rovinare i vestiti e persino il guardaroba.

Ma per fortuna ci sono dei trucchi che impediscono alla muffa di entrare nel vostro guardaroba e la tengono a bada.

Se volete saperne di più, allora seguite questo post che ve ne parla. Venite a vedere! Anche voi avete trovato della muffa sui vestiti? Allora vedete in questa guida come fare da soli.

Differenza tra muffa e muffa

Che ci si creda o no, muffa e funghi non sono la stessa cosa, e capire la differenza tra loro farà la differenza quando si tratterà di pulire il vostro guardaroba.

Entrambi sono microrganismi causati da funghi, ma la muffa attacca solo le superfici degli oggetti e la sua caratteristica principale è il tono grigiastro e la consistenza vellutata. La muffa è anche facile da pulire, basta passare un panno umido e il gioco è fatto.

La muffa, invece, è un po' più complicata: attacca gli oggetti più in profondità e ha la capacità di penetrare nelle fibre, causando macchie più difficili da rimuovere.

La muffa è caratterizzata da punti neri sulle superfici di mobili, oggetti e tessuti.

Quindi, quando notate delle macchie grigiastre, sappiate che avete a che fare con un problema che, fortunatamente, è più facile e veloce da eliminare. Se invece si tratta di punti neri, preparate un arsenale di pulizia più pesante.

Come rimuovere la muffa dagli armadi

La prima cosa da fare quando ci si imbatte in una macchia di muffa è pulirla immediatamente.

Questo perché la muffa è un microrganismo in grado di moltiplicarsi, il che significa che se non ci si occupa di una piccola macchia, questa diventerà presto gigantesca.

Pertanto, scrivete tutte le procedure necessarie per eliminare la muffa dal guardaroba:

  • Iniziate aprendo il vostro guardaroba e tirando fuori tutto quello che c'è dentro: vestiti, scarpe, accessori, scatole e così via.
  • Se possibile, preferite stendere i vestiti sullo stendino in modo che prendano un po' di sole. Lo stesso vale per le scarpe e gli altri accessori: più esposizione hanno i vostri capi al sole, meglio è.
  • Questo perché il calore del sole aiuta a eliminare l'umidità (condizione necessaria per la proliferazione di muffe e funghi) e a rimuovere i cattivi odori dagli oggetti.
  • Mentre i vostri vestiti prendono il sole, cogliete l'occasione per ripulire il vostro guardaroba.
  • Potete anche esporre al sole i cassetti e i ripiani dell'armadio per rendere più efficiente la pulizia.
  • Quindi iniziate ad analizzare i tipi di macchie presenti sull'armadio: se notate che si tratta di muffa, è sufficiente un panno inumidito con acqua e aceto.
  • Preparate una miscela di una tazza d'acqua e una di aceto e passatela su tutto l'armadio, compresi i cassetti, le ante e il fondo del mobile. Ricordate di pulire anche la parte superiore dell'armadio e tutta la parte esterna, compreso il retro.
  • Ma c'è un dettaglio importante: osservate la parete dove è appoggiato l'armadio. Può darsi che il vostro mobile assorba l'umidità che proviene dalla parete e, in questo caso, se non si risolve l'origine del problema, non servirà a molto pulire solo l'armadio.
  • Approfittate di questa situazione e spostate l'armadio a circa cinque centimetri dalla parete, in modo da favorire la ventilazione dietro i mobili.

Proseguire con la pulizia

  • Se si notano punti neri sui mobili, si tratta di una macchia di muffa.
  • La soluzione in questo caso è l'uso della candeggina, ma non utilizzate mai il prodotto puro non diluito, potrebbe macchiare i mobili.
  • Preparare una miscela con un misurino di candeggina e un misurino di acqua; si può prendere come riferimento un bicchiere per ogni prodotto.
  • Quindi, inumidire un panno e passarlo su tutto il mobile, strofinando le macchie di muffa.
  • Lasciare l'armadio aperto finché non si asciuga completamente.

Suggerimento: se l'armadio presenta molte macchie di muffa e funghi, utilizzate una mascherina per pulirlo, in modo da evitare crisi allergiche da funghi.

Guarda anche: Soffitta decorata: 60 modelli, idee e foto sorprendenti

Ora è il momento di prendersi cura dei vestiti.

Come rimuovere la muffa dai vestiti

Si tratta di una fase delicata che richiede un'attenta analisi di tutti i pezzi del vostro guardaroba, dai vestiti alle scarpe, agli accessori, alle coperte, agli asciugamani, alle lenzuola, ecc.

Nessun articolo con macchie di muffa o di muffa deve essere rimesso nell'armadio prima di essere stato adeguatamente pulito e igienizzato, altrimenti si rischia di subire nuovamente la muffa nell'armadio.

Quindi controllate capo per capo e annusate anche gli indumenti. Potreste non vedere macchie evidenti di muffa o funghi, ma se sentite un odore sgradevole sui vestiti, allora sceglieteli per il lavaggio.

Guarda anche: Tappeto ovale all'uncinetto: 100 modelli inediti con foto sorprendenti

Formate quindi dei mucchi con gli indumenti che devono essere igienizzati. Gli indumenti bianchi con macchie di muffa possono essere puliti con la candeggina. Per farlo, immergeteli in acqua e aggiungete circa mezzo bicchiere di candeggina.

I capi colorati, invece, non possono essere lavati con la candeggina o con l'acqua. Il consiglio in questo caso è quello di utilizzare l'aceto per rimuovere le macchie di muffa. Immergete i capi in acqua e aceto e poi lavateli normalmente.

Lo stesso vale per coperte, asciugamani e lenzuola.

Come prevenire la muffa nell'armadio

Dopo tutto il lavoro svolto per eliminare la muffa dal vostro guardaroba, non volete che ritorni, vero?

Perciò date un'occhiata ai consigli che abbiamo raccolto per sbarazzarvi di questo fastidio una volta per tutte.

  • Tenete le ante dell'armadio aperte ogni giorno per almeno 20 minuti, in modo da rinnovare l'aria all'interno dell'armadio ed evitare l'accumulo di umidità.
  • Nei giorni più freddi e umidi dell'anno, cercate di aumentare il tempo di ventilazione dell'armadio, poiché in questi periodi la proliferazione di muffe e funghi è maggiore a causa dell'accumulo di umidità.
  • Non riponete mai i vestiti umidi nell'armadio, ma aspettate che si asciughino completamente prima di riporli.
  • Lo stesso vale per i capi appena stirati: il vapore del ferro da stiro lascia i capi umidi, quindi è importante aspettare che si raffreddino prima di riporli nell'armadio.
  • Non riponete i vestiti e le scarpe che avete appena tolto dal corpo: il sudore può farli ammuffire. Se sono ancora utilizzabili, lasciateli arieggiare e asciugare, altrimenti metteteli in lavatrice.
  • Abituatevi a pulire periodicamente il vostro guardaroba: l'ideale è ogni due o tre mesi. Usate acqua acetosa o acqua alcolica per rimuovere la polvere e le eventuali macchie di muffa che iniziano a proliferare.
  • Spargete pezzi di gesso o di intonaco intorno all'armadio: questi materiali aiutano a eliminare l'umidità e quindi a prevenire la formazione di muffa e funghi.
  • Potete anche scegliere di utilizzare le palline antimuffa vendute nei supermercati: l'effetto è lo stesso, basta ricordarsi di sostituire questi prodotti ogni sei mesi.
  • Riponete cappotti, coperte e abiti da festa che usate poco in sacchetti di TNT, in modo da proteggerli dalla muffa. Questo vale anche per scarpe e altri accessori, come cappelli e borse.
  • Ma evitate assolutamente di riporre abiti, scarpe e accessori in sacchetti di plastica, perché questo tipo di materiale non permette agli articoli di "traspirare" e può finire per accumulare umidità all'interno, favorendo la comparsa di muffe e macchie di muffa.
  • I vestiti appesi alle grucce sono quelli che arieggiano di più, perché sono aperti. Ma anche in questo caso, cercate di mantenere una distanza di almeno due centimetri tra un capo e l'altro. Evitate di riempire lo stendino con troppi vestiti.
  • Gli oggetti sugli scaffali, nelle nicchie e nei cassetti vanno tenuti piegati e organizzati, formando pile e mantenendo ogni pila a due o tre centimetri di distanza l'una dall'altra.
  • Una volta terminate le pulizie, mettete all'interno dell'armadio delle bustine aromatiche: è un ottimo modo per rendere l'armadio più profumato ed eliminare eventuali odori di muffa.
  • Non dimenticate di controllare lo stato delle pareti, del soffitto e del pavimento della vostra casa: se notate la presenza di infiltrazioni e di macchie di umidità, provvedete subito alla riparazione e lasciate l'armadio il più lontano possibile da questi punti per evitare la proliferazione della muffa.

Per eliminare la muffa dal vostro guardaroba è semplicissimo: ora basta rimboccarsi le maniche e fare le dovute pulizie.

William Nelson

Jeremy Cruz è un designer d'interni esperto e la mente creativa dietro il blog molto popolare, Un blog su decorazioni e suggerimenti. Con il suo occhio acuto per l'estetica e l'attenzione ai dettagli, Jeremy è diventato un'autorità di riferimento nel mondo dell'interior design. Nato e cresciuto in una piccola città, Jeremy ha sviluppato una passione per la trasformazione degli spazi e la creazione di splendidi ambienti fin dalla giovane età. Ha perseguito la sua passione completando una laurea in Interior Design presso una prestigiosa università.Il blog di Jeremy, un blog su decorazione e suggerimenti, gli serve come piattaforma per mostrare la sua esperienza e condividere le sue conoscenze con un vasto pubblico. I suoi articoli sono una combinazione di suggerimenti perspicaci, guide passo-passo e fotografie stimolanti, volti ad aiutare i lettori a creare i loro spazi da sogno. Da piccole modifiche al design a completi rifacimenti della stanza, Jeremy fornisce consigli facili da seguire che si rivolgono a vari budget ed estetica.L'approccio unico di Jeremy al design risiede nella sua capacità di fondere stili diversi senza soluzione di continuità, creando spazi armoniosi e personalizzati. Il suo amore per i viaggi e l'esplorazione lo ha portato a trarre ispirazione da varie culture, incorporando elementi di design globale nei suoi progetti. Utilizzando la sua vasta conoscenza di tavolozze di colori, materiali e trame, Jeremy ha trasformato innumerevoli proprietà in splendidi spazi abitativi.Non solo Jeremy metteil suo cuore e la sua anima nei suoi progetti di design, ma apprezza anche la sostenibilità e le pratiche eco-compatibili. Sostiene il consumo responsabile e promuove l'uso di materiali e tecniche rispettosi dell'ambiente nei suoi post sul blog. Il suo impegno per il pianeta e il suo benessere funge da principio guida nella sua filosofia di design.Oltre a gestire il suo blog, Jeremy ha lavorato a numerosi progetti di design residenziale e commerciale, ottenendo riconoscimenti per la sua creatività e professionalità. È apparso anche nelle principali riviste di interior design e ha collaborato con importanti marchi del settore.Con la sua personalità affascinante e la sua dedizione a rendere il mondo un posto più bello, Jeremy Cruz continua a ispirare e trasformare gli spazi, un consiglio di design alla volta. Segui il suo blog, un blog di decorazione e suggerimenti, per una dose quotidiana di ispirazione e consigli di esperti su tutto ciò che riguarda l'interior design.