Quanto costa sposarsi civilmente? Scopritelo qui e consultate altri importanti suggerimenti

 Quanto costa sposarsi civilmente? Scopritelo qui e consultate altri importanti suggerimenti

William Nelson

Avete intenzione di sposarvi civilmente e non avete idea di quanto costerà, o anche solo di quali documenti sono necessari? Rilassatevi: vi diremo tutto in questo post, venite a dare un'occhiata!

Quanto costa sposarsi civilmente e altre cose importanti che le coppie di fidanzati devono sapere

Il matrimonio civile è importante dal punto di vista legale, perché è quello che convalida l'unione davanti ai tribunali.

Proprio per questo motivo, il matrimonio civile finisce spesso per essere la prima e unica opzione per gli sposi, soprattutto quando l'intenzione è quella di avere un matrimonio economico e intimo.

Quello che forse non sapete è che il costo di un matrimonio civile può variare notevolmente a seconda del tipo di celebrazione, del regime di proprietà e del luogo (i costi cambiano a seconda dello Stato).

Matrimonio civile e regime patrimoniale

Una delle prime cose che la coppia deve decidere è il regime di proprietà. Senza questa decisione, non ha senso recarsi all'ufficio anagrafe. Pertanto, vediamo di seguito quali sono i tipi di regime di proprietà accettati dalla legge brasiliana.

Comunione parziale dei beni

Il regime di comunione parziale dei beni è il più comune: in questo caso, la coppia si impegna a condividere i beni acquisiti dopo il matrimonio, mentre i beni acquisiti in precedenza rimangono di proprietà individuale.

La comunione parziale dei beni è anche la meno burocratica, poiché non richiede una documentazione diversa, come nel caso delle opzioni seguenti.

Comunione totale dei beni

La comunione totale dei beni o universale, come viene anche chiamata, è quella in cui tutti i beni della coppia, guadagnati prima o dopo il matrimonio, appartengono a entrambi.

Per questo tipo di regime patrimoniale, è necessario redigere un atto notarile che attesti tutti i beni di ciascuno degli sposi ancor prima di presentare la domanda di matrimonio civile.

In altre parole, richiederà più tempo, spese e disponibilità da parte della coppia.

Separazione totale delle attività

Il regime di separazione totale dei beni, come suggerisce il nome, è quello in cui i beni (prima e dopo il matrimonio) rimangono in possesso individuale, cioè non vengono condivisi in comune.

Anche questo tipo di regime immobiliare richiede il deposito di un atto presso il notaio.

Tipi di matrimonio civile

Nell'ufficio anagrafe

Il matrimonio civile presso l'ufficio del registro è l'opzione preferita da chi vuole risparmiare e avere una cerimonia intima.

Guarda anche: Camera degli ospiti: 100 ispirazioni per soddisfare i vostri visitatori

In questo caso, è sufficiente che la coppia si rechi all'ufficio anagrafe il giorno stabilito, accompagnata dai documenti e dai due padrini. Il giudice di pace e il cancelliere celebrano il matrimonio.

Semplice e veloce.

Religioso con effetti civili

I matrimoni civili possono essere celebrati anche in concomitanza con matrimoni religiosi, nel qual caso la cerimonia è celebrata dal religioso o dal cerimoniere invitato dalla coppia.

Per questo tipo di matrimonio è necessario recarsi all'ufficio anagrafe con una richiesta rilasciata dalla chiesa, dal religioso o dal cerimoniere che informi la volontà degli sposi di celebrare un matrimonio religioso con effetti civili.

L'ufficio anagrafe rilascia quindi un certificato che deve essere portato al celebrante affinché questi rilasci il certificato di matrimonio religioso con effetti civili. Dopo la celebrazione, la coppia ha fino a 90 giorni di tempo per portare il documento all'ufficio anagrafe in modo che venga rilasciato il certificato di matrimonio ufficiale.

Due diligence

Il matrimonio civile in diligenza è quello in cui il giudice di pace si reca nel luogo della cerimonia scelta dalla coppia, che può essere o meno in concomitanza con quella religiosa.

Questo tipo di cerimonia può costare fino al doppio di un semplice matrimonio civile.

Documentazione richiesta per il matrimonio civile

Di seguito sono riportati i documenti che la coppia deve raccogliere per presentare la domanda di matrimonio civile all'ufficio anagrafe.

Tra i single

Il matrimonio civile tra persone non sposate richiede pochi documenti, prendete nota:

  • Originale e copia autenticata del documento d'identità degli sposi (carta d'identità, CNH, passaporto, carta di entità di classe, come CRM, OAB, tra gli altri).
  • CPF originale di entrambi.
  • Certificato di nascita originale di ciascuno degli sposi.

Tra divorziati

Nel caso in cui uno o entrambi i coniugi siano divorziati, oltre ai documenti sopra citati (CPF, certificato di nascita e documento d'identità), è necessario fornire anche il precedente certificato di matrimonio con annotazione di divorzio e l'atto pubblico di divorzio.

Il fidanzato divorziato deve dimostrare se c'è stata una divisione dei beni dall'ultimo matrimonio; in caso contrario, la nuova unione deve avvenire in regime di separazione totale dei beni.

Tra i vedovi

Se uno dei due coniugi è vedovo, è essenziale portare all'ufficio anagrafe il certificato di morte dell'ex coniuge, il certificato di matrimonio precedente e l'inventario dei beni se il defunto ha lasciato un'eredità o dei figli.

Ricordate che è necessario fornire anche gli altri documenti, come il CPF, il certificato di nascita e il documento d'identità di entrambi.

Unione stabile

Per le coppie che già condividono una vita comune e desiderano solo formalizzare l'unione stabile, il processo è abbastanza semplice.

Non c'è alcuna cerimonia, la coppia deve solo firmare una dichiarazione di unione stabile presso l'ufficio anagrafe.

Unione omosessuale

Dal 2013, alle coppie omosessuali è stato garantito il diritto di convertire un'unione stabile in un matrimonio, in modo che entrambi i coniugi godano degli stessi diritti e doveri di una coppia eterosessuale.

Tutti gli uffici anagrafici del Paese possono (e dovrebbero) celebrare matrimoni civili tra persone dello stesso sesso.

La procedura in questo caso è la stessa dei precedenti e la coppia deve recarsi all'ufficio anagrafe più vicino alla propria residenza con il CPF, il certificato di nascita e il documento d'identità, oltre ai certificati di divorzio e di morte, se applicabili.

Quanto costa il matrimonio civile: tariffe e importi

Veniamo ora alla domanda che vi ha portato qui in questo post: "quanto costa un matrimonio civile".

Una volta che la coppia ha analizzato il tipo di cerimonia che desidera celebrare e il tipo di regime patrimoniale (due fattori principali che determinano il costo del matrimonio civile) è già possibile determinare, in media, quanto costerà il matrimonio.

In base allo Stato di San Paolo, un matrimonio civile celebrato all'anagrafe con un regime di comunione parziale dei beni (il più comune) costa (nel 2020) circa 417 dollari, importo che può variare leggermente a seconda della regione o dell'anagrafe.

Se l'intenzione è quella di celebrare un matrimonio civile in modo diligente, cioè quando il giudice di pace si reca nel luogo della cerimonia, il costo totale può raggiungere i 1392 dollari.

È vero che gli sposi di San Paolo pagano di più per sposarsi in tribunale.

Lo Stato più economico per sposarsi in Brasile è il Rio Grande do Sul, dove gli sposi pagano 66 dollari per sposarsi direttamente all'ufficio del registro. Una cerimonia in diligenza, tuttavia, è ancora più economica, a partire da 35 dollari.

In altri Stati brasiliani, le tariffe per il matrimonio civile variano da 159 dollari (Ceará) a 289 dollari (Paraná).

Matrimonio civile gratuito

Sapevate che è possibile sposarsi gratuitamente in tribunale? La legislazione brasiliana garantisce questo diritto a tutte le coppie che certificano la loro povertà.

A tal fine, è necessario recarsi all'ufficio anagrafe e compilare una dichiarazione scritta di proprio pugno in cui si dichiara che la coppia non può permettersi di pagare le tasse richieste dall'ufficio anagrafe.

Una volta fatto ciò, l'ufficio anagrafe richiede la convalida del documento da parte del CRAS (Centro di riferimento per l'assistenza sociale) della città, sulla base della presentazione di documenti come il permesso di lavoro e la prova del reddito.

Il matrimonio civile in tempi di Covid-19

La pandemia COVID-19 ha persino cambiato il modo in cui vengono celebrati i matrimoni, con cerimonie civili ora possibili in videoconferenza.

La cerimonia si svolge a distanza, con il giudice di pace da una parte e gli sposi dall'altra.

Non sono necessarie firme o padrini; la registrazione stessa funge da testimone del matrimonio.

Ma è possibile per i parenti e gli amici più stretti seguire la cerimonia a distanza e in diretta.

E il cognome?

Oggi non è più obbligatorio che la moglie porti il cognome del marito, ma è una scelta che spetta solo agli sposi.

Guarda anche: Cucina progettata con bancone: consigli per realizzare la vostra e 50 idee

È possibile continuare con il cognome da nubile o adottare il cognome del fidanzato o della fidanzata, a condizione che venga mantenuto almeno un cognome di famiglia.

Dal matrimonio al ricevimento

Il matrimonio civile può essere accompagnato o meno da un ricevimento per parenti e amici.

Il più comune al giorno d'oggi è quello di organizzare un mini matrimonio, qualcosa di molto intimo, dedicato solo ai parenti e agli amici più "vicini" alla coppia.

Un'altra opzione è quella di invitare i genitori, i padrini e le persone più care a un pranzo o a una cena al ristorante.

Ciò che conta davvero è celebrare questo momento speciale!

William Nelson

Jeremy Cruz è un designer d'interni esperto e la mente creativa dietro il blog molto popolare, Un blog su decorazioni e suggerimenti. Con il suo occhio acuto per l'estetica e l'attenzione ai dettagli, Jeremy è diventato un'autorità di riferimento nel mondo dell'interior design. Nato e cresciuto in una piccola città, Jeremy ha sviluppato una passione per la trasformazione degli spazi e la creazione di splendidi ambienti fin dalla giovane età. Ha perseguito la sua passione completando una laurea in Interior Design presso una prestigiosa università.Il blog di Jeremy, un blog su decorazione e suggerimenti, gli serve come piattaforma per mostrare la sua esperienza e condividere le sue conoscenze con un vasto pubblico. I suoi articoli sono una combinazione di suggerimenti perspicaci, guide passo-passo e fotografie stimolanti, volti ad aiutare i lettori a creare i loro spazi da sogno. Da piccole modifiche al design a completi rifacimenti della stanza, Jeremy fornisce consigli facili da seguire che si rivolgono a vari budget ed estetica.L'approccio unico di Jeremy al design risiede nella sua capacità di fondere stili diversi senza soluzione di continuità, creando spazi armoniosi e personalizzati. Il suo amore per i viaggi e l'esplorazione lo ha portato a trarre ispirazione da varie culture, incorporando elementi di design globale nei suoi progetti. Utilizzando la sua vasta conoscenza di tavolozze di colori, materiali e trame, Jeremy ha trasformato innumerevoli proprietà in splendidi spazi abitativi.Non solo Jeremy metteil suo cuore e la sua anima nei suoi progetti di design, ma apprezza anche la sostenibilità e le pratiche eco-compatibili. Sostiene il consumo responsabile e promuove l'uso di materiali e tecniche rispettosi dell'ambiente nei suoi post sul blog. Il suo impegno per il pianeta e il suo benessere funge da principio guida nella sua filosofia di design.Oltre a gestire il suo blog, Jeremy ha lavorato a numerosi progetti di design residenziale e commerciale, ottenendo riconoscimenti per la sua creatività e professionalità. È apparso anche nelle principali riviste di interior design e ha collaborato con importanti marchi del settore.Con la sua personalità affascinante e la sua dedizione a rendere il mondo un posto più bello, Jeremy Cruz continua a ispirare e trasformare gli spazi, un consiglio di design alla volta. Segui il suo blog, un blog di decorazione e suggerimenti, per una dose quotidiana di ispirazione e consigli di esperti su tutto ciò che riguarda l'interior design.