Tipi di orchidee: conoscere le principali specie da piantare in giardino

 Tipi di orchidee: conoscere le principali specie da piantare in giardino

William Nelson

Se amate le orchidee, il post di oggi è fatto apposta per voi. Esistono circa 50.000 specie diverse di orchidee in tutto il mondo, di cui circa 20.000 si trovano in natura e altre 30.000 sono nate dall'incrocio di specie.

Il Brasile è uno dei paesi con la più grande diversità di orchidee. Nelle nostre terre fioriscono circa 3500 specie diverse di orchidee. Le varietà sono così tante che è quasi impossibile conoscerle tutte, ma ci sono alcuni tipi più comuni che si trovano facilmente nei negozi di giardinaggio e persino nei supermercati ed è di queste orchidee più popolari che parleremo oggi, in modo che possiate anche voiha come identificare le sue specie di orchidee.

Le orchidee, oltre a essere bellissime e super decorative, offrono anche un bonus extra: attirano colibrì, farfalle e api, creando un vero e proprio spettacolo della natura nel giardino di casa.

Le orchidee si distinguono anche in cucina, in quanto alcune specie del genere Vanilla vengono utilizzate per estrarre la vaniglia. Un altro uso ricorrente della pianta è nell'industria dei profumi e dei medicinali, lo sapevate? Un esempio è l'orchidea Cyrtopodium, una specie che agisce come agente curativo naturale grazie al liquido estratto dal suo gambo.

Anche il prezzo delle orchidee attira l'attenzione: alcune specie si trovano per cifre molto basse, come quelle del genere Dendobrium, che si possono trovare a partire da 10 dollari. Tuttavia, alcune specie più rare di orchidee, come il Paphiopedilum, possono arrivare a costare un'inezia di 40 mila reais.

In altre parole, ci sono orchidee per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Come coltivare e piantare le orchidee

In generale, le orchidee hanno metodi di coltivazione simili, che si differenziano per alcuni dettagli. Di seguito riportiamo i principali consigli per la coltivazione delle orchidee:

Irrigazione

Le orchidee soffrono più per l'eccesso che per la carenza d'acqua, quindi in caso di dubbio la raccomandazione è: non annaffiare. Il modo principale per capire se l'orchidea ha bisogno d'acqua è toccare il substrato e sentire se è asciutto o umido. In linea di massima, le orchidee dovrebbero essere annaffiate due o tre volte alla settimana e un po' di più nei giorni più caldi dell'anno. L'annaffiatura dovrebbe essere effettuata fino a che l'acquae un consiglio importante: innaffiate sempre l'orchidea dall'alto verso il basso. Se versate l'acqua attraverso il piatto, rischiate di annegare l'orchidea e, naturalmente, di creare una culla per la zanzara dengue.

Alcune specie di orchidee non devono essere annaffiate sulle foglie e sui fiori, informatevi prima.

Luce

Le orchidee hanno bisogno di luce naturale per mantenersi belle e sane, ma questo non significa esposizione diretta al sole. La stella polare può infatti bruciare la pianta. Tuttavia, anche l'assenza di luce è dannosa per le orchidee. L'ideale sarebbe collocarle in un luogo fresco e arieggiato con molta luce indiretta, proprio come avviene in natura, sempre all'ombra di un albero.

Fertilizzazione

Le orchidee traggono le sostanze nutritive di cui hanno bisogno dal substrato che circonda le loro radici, ma è possibile integrare il loro "cibo" con fertilizzanti specifici per orchidee venduti nei negozi specializzati. Si consiglia di concimare ogni venti giorni, ma senza mai esagerare: un eccesso di fertilizzante può uccidere l'orchidea.

Vaso

Il vaso ideale per le orchidee è quello in argilla, che mantiene il substrato fresco. Tuttavia, i vasi in argilla tendono a competere per l'acqua e ciò richiede un controllo più frequente dell'umidità del substrato. Un'altra opzione sono i vasi in fibra di cocco.

È ora di cambiare le pentole

Le orchidee hanno bisogno di un nuovo vaso di tanto in tanto per sostenere la loro crescita. Ci si accorge di questa necessità quando si nota una crescita eccessiva delle radici della pianta e quando il substrato non assorbe più l'acqua delle annaffiature. In questo caso, si rimuove con cura il vecchio substrato e si eliminano le radici vecchie e secche. Quindi si colloca l'orchidea in un altro vaso con un nuovo substrato.

Parassiti comuni delle orchidee

Come tutte le piante, anche le orchidee possono essere vittime di parassiti, i più comuni dei quali sono gli afidi e le cocciniglie. Per rimuovere gli afidi dall'orchidea, preparate un preparato con acqua e detergente neutro e spruzzatelo sui punti in cui vedete gli afidi, mentre le cocciniglie devono essere rimosse manualmente con l'aiuto di una spazzola a setole morbide.

Scopri altri consigli per la cura delle orchidee

Scoprite i tipi di orchidee in immagini

Immagine 1 - Orchidea Arundina: questa specie di orchidea è nota anche come orchidea bambù ed è originaria dell'Asia. A differenza di altre specie, questa è una delle orchidee che possono essere piantate nel terreno.

Immagine 2 - Orchidea Arundina: la specie resiste molto bene al sole e può raggiungere i 2,5 metri di altezza.

Immagine 3 - Orchidea astronauta: questa specie è considerata un tipo raro e ha un aspetto esotico che incanta i collezionisti e gli amanti delle orchidee di tutto il mondo.

Immagine 4 - L'orchidea astronauta è una bellissima pianta ornamentale per la decorazione della casa.

Immagine 5 - L'orchidea ballerina è un'opera d'arte della natura, la forma unica del fiore attira l'attenzione, tanta è la sua bellezza e delicatezza. Questa specie è originaria dell'Australia.

Immagine 6 - L'orchidea ballerina, tuttavia, è una specie rara e difficile da trovare in commercio.

Immagine 7 - Orchidea Barkeria: il nome di questa specie deriva dal ricercatore e botanico inglese George Barker.

Immagine 8 - L'orchidea Barkeria è una piccola specie originaria dell'America centrale, in paesi come Messico, Guatemala e Costa Rica.

Immagine 9 - Orchidea cappuccio di monaca: questa specie di orchidea si trova in natura ad altitudini elevate, intorno ai 1300 metri. Originaria dell'Asia, l'orchidea cappuccio di monaca può essere coltivata sia in piena terra che in vaso.

Immagine 10 - L'orchidea cappuccio di monaca ha rami alti, che raggiungono 1,8 metri, con fiori abbondanti che si aprono dal basso verso l'alto.

Immagine 11 - Cattleya Haw Yuan Angel Orchid: molto popolari in Brasile, le orchidee del genere Cattleya hanno fiori bianchi, gialli e rosa di circa venti centimetri di diametro ciascuno.

Immagine 12 - L'orchidea Cattleya Haw Yuan Angel è facile da coltivare, ma fiorisce solo una volta all'anno.

Immagine 13 - L'orchidea Cattleya Haw Yuan Angel è facile da coltivare, ma fiorisce solo una volta all'anno.

Immagine 14 - Difficile da trovare, l'orchidea Julio Conceição è una specie sensibile alle variazioni climatiche e deve vivere a mezz'ombra.

Immagine 15 - Orchidea Cattleya Labiata: è stata la prima specie di orchidea catalogata in Brasile, molto comune nel nord-est, motivo per cui si è guadagnata il nome di "regina del sertão".

Immagine 16 - L'orchidea Cattleya Labiata ha una fioritura abbondante e un profumo meraviglioso.

Immagine 17 - Orchidea Cattleya Mossiae: specie originaria delle foreste venezuelane, questa piccola orchidea sorprende per l'esuberanza dei suoi fiori bianchi mescolati al centro con colori che vanno dal giallo al viola.

Immagine 18 - La Cattleya Mossiae richiede una maggiore attenzione alle annaffiature, soprattutto quando è prossima alla fioritura, dove le annaffiature devono essere ancora più distanziate.

Immagine 19 - Orchidea Cattleya Walkeriana: questa specie è considerata una delle più belle dai coltivatori di orchidee. La Cattleya Walkeriana è originaria del Brasile e fu scoperta dall'inglese George Garder nel 1839 sulle rive del fiume São Francisco.

Immagine 20 - L'orchidea Cattleya Walkeriana può costare circa 3.000 dollari.

Immagine 21 - Orchidea della pioggia dorata: queste orchidee sono scientificamente note come Oncidium, un genere che supera le 600 specie catalogate.

Immagine 22 - L'orchidea Golden Rain è popolare per la sua bellezza delicata e allegra e, naturalmente, per la tonalità giallo oro dei suoi fiori, che la rende un pezzo forte per le decorazioni d'interni.

Immagine 23 - Orchidea dendrobium: una delle caratteristiche principali di questa orchidea sono i numerosi piccoli fiori che crescono su un unico ramo.

Immagine 24 - La produzione su larga scala del genere Dendobrium ha ridotto il costo di questa orchidea, che oggi è facilmente reperibile a partire da 10 dollari.

Immagine 25 - Orchidea denphal: questa orchidea è una delle tante appartenenti al genere Dendobrium. L'intensa fioritura e i colori presentati da questa orchidea sono uno dei suoi maggiori punti di forza.

Immagine 26 - Oltre alla sua esuberante fioritura, la Denphal può fiorire in qualsiasi periodo dell'anno e i suoi fiori possono durare fino a tre mesi.

Immagine 27 - Orchidea Epidendrum rosa: questa orchidea appartiene a uno dei generi più importanti di orchidee, l'Epidendrum. Attualmente esistono circa 1427 specie del tipo.

Immagine 28 - L'orchidea Epidendrum rosa è facile da coltivare, ma merita una maggiore attenzione all'umidità del substrato.

Immagine 29 - Orchidea Habenaria: esotica e molto diversa dalle altre orchidee, l'Habenaria assomiglia a un airone con le ali spiegate.

Immagine 30 - L'orchidea Habenaria è una specie originaria del Giappone e può crescere sia in terra che in vaso.

Immagine 31 - Orchidea ibrida: le orchidee ibride sono creazioni umane e il risultato di incroci tra specie diverse, che forniscono nuove qualità di orchidee con colori e forme che non esistono naturalmente in natura.

Immagine 32 - Orchidea ibrida: la cura di un'orchidea ibrida è uguale a quella di qualsiasi altro tipo di orchidea, ma l'ideale è sapere da quale specie proviene la vostra orchidea, in modo da poterla coltivare più correttamente.

Immagine 33 - L'orchidea Ludisia è l'unica specie del suo genere e attira l'attenzione soprattutto per la bellezza delle sue foglie, miste tra tonalità di rosso e verde.

Immagine 34 - La Ludisia, nota anche come orchidea gioiello, è una specie terrestre che necessita di un luogo con una buona ombreggiatura per svilupparsi.

Immagine 35 - Orchidea nera: impossibile non rimanere incantati dalla rara e bellissima orchidea nera, questa specie è originaria dello stato di Espirito Santo, in Brasile.

Immagine 36 - A dispetto del nome, i fiori dell'orchidea nera hanno un colore rosso scuro. Per coltivarla è importante mantenere l'ambiente sempre caldo e umido, ma senza irrigare eccessivamente le radici.

Immagine 37 - Orchidea Neobenthamia Gracilis: conosciuta come orchidea del bouquet da sposa, è un'altra delle specie terrestri.

Guarda anche: Piastrella portoghese: come utilizzarla nella decorazione e 74 foto di ambienti

Immagine 38 - La Neobenthamia Gracilis forma enormi ciuffi che possono raggiungere i due metri di altezza.

Immagine 39 - Orchidea Phalaenopsis bianca: il genere delle orchidee Phalaenopsis è uno dei più comuni e popolari in Brasile; i loro colori variano tra il bianco, il giallo e il rosso.

Immagine 40 - La Phalaenopsis bianca si distingue anche per richiedere cure colturali relativamente semplici e per adattarsi molto bene a luoghi chiusi con poca luce, il che la rende un'ottima opzione per gli interni.

Immagine 41 - Orchidea Principessa del Sud: questa specie è originaria degli Stati meridionali e sudorientali del Brasile ed è il fiore simbolo dello Stato di Santa Catarina.

Immagine 42 - L'orchidea Principessa del Sud cresce meglio in climi freschi e umidi.

Immagine 43 - Orchidea pantofolaia: questa orchidea appartiene al genere Cypripedium ed è caratterizzata dalla forma a conchiglia del suo labello.

Immagine 44 - Per mantenere l'orchidea pantofolaia sempre bella è importante lasciarla in un luogo ben illuminato, ma senza esposizione diretta al sole.

Immagine 45 - Orchidea terrestre: le orchidee terrestri sono quelle che crescono direttamente nel terreno, su humus o foglie, ma possono essere coltivate anche in vaso. Queste orchidee sono ideali per la sistemazione esterna dei giardini.

Guarda anche: Colori che si abbinano al nero: 55 idee a cui ispirarsi

Immagine 46 - Esiste un'enorme varietà di orchidee terrestri in tutto il mondo, ma le cure colturali sono generalmente le stesse.

Immagine 47 - Orchidea Tipmalee: è la specie perfetta per chi cerca un'orchidea esotica dai colori vivaci, poiché i suoi petali si alternano tra il giallo oro e il rosso.

Immagine 48 - La Tipmalee può fiorire fino a due mesi se ben curata.

Immagine 49 - La Tipmalee può fiorire fino a due mesi se ben curata.

Immagine 50 - L'orchidea Vanda può essere coltivata sospesa con le radici libere, rendendo il suo aspetto ancora più interessante.

Immagine 51 - Orchidea vaniglia: il grande punto di forza delle orchidee del genere Vanilla non sono i loro fiori, ma i loro frutti da cui si estrae la vaniglia, ampiamente utilizzata in cucina.

Immagine 52 - In Brasile sono presenti molte specie del genere Vanilla.

William Nelson

Jeremy Cruz è un designer d'interni esperto e la mente creativa dietro il blog molto popolare, Un blog su decorazioni e suggerimenti. Con il suo occhio acuto per l'estetica e l'attenzione ai dettagli, Jeremy è diventato un'autorità di riferimento nel mondo dell'interior design. Nato e cresciuto in una piccola città, Jeremy ha sviluppato una passione per la trasformazione degli spazi e la creazione di splendidi ambienti fin dalla giovane età. Ha perseguito la sua passione completando una laurea in Interior Design presso una prestigiosa università.Il blog di Jeremy, un blog su decorazione e suggerimenti, gli serve come piattaforma per mostrare la sua esperienza e condividere le sue conoscenze con un vasto pubblico. I suoi articoli sono una combinazione di suggerimenti perspicaci, guide passo-passo e fotografie stimolanti, volti ad aiutare i lettori a creare i loro spazi da sogno. Da piccole modifiche al design a completi rifacimenti della stanza, Jeremy fornisce consigli facili da seguire che si rivolgono a vari budget ed estetica.L'approccio unico di Jeremy al design risiede nella sua capacità di fondere stili diversi senza soluzione di continuità, creando spazi armoniosi e personalizzati. Il suo amore per i viaggi e l'esplorazione lo ha portato a trarre ispirazione da varie culture, incorporando elementi di design globale nei suoi progetti. Utilizzando la sua vasta conoscenza di tavolozze di colori, materiali e trame, Jeremy ha trasformato innumerevoli proprietà in splendidi spazi abitativi.Non solo Jeremy metteil suo cuore e la sua anima nei suoi progetti di design, ma apprezza anche la sostenibilità e le pratiche eco-compatibili. Sostiene il consumo responsabile e promuove l'uso di materiali e tecniche rispettosi dell'ambiente nei suoi post sul blog. Il suo impegno per il pianeta e il suo benessere funge da principio guida nella sua filosofia di design.Oltre a gestire il suo blog, Jeremy ha lavorato a numerosi progetti di design residenziale e commerciale, ottenendo riconoscimenti per la sua creatività e professionalità. È apparso anche nelle principali riviste di interior design e ha collaborato con importanti marchi del settore.Con la sua personalità affascinante e la sua dedizione a rendere il mondo un posto più bello, Jeremy Cruz continua a ispirare e trasformare gli spazi, un consiglio di design alla volta. Segui il suo blog, un blog di decorazione e suggerimenti, per una dose quotidiana di ispirazione e consigli di esperti su tutto ciò che riguarda l'interior design.